Korg nanoKey2 vs nanokey originale

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

La serie Korg nano 2 comprende tre unità. Tutti sono dispositivi alimentati tramite USB-MIDI e non necessitano di driver o alimentatori esterni. La grande delusione della serie nano originale era la tastiera nanoKEY a causa della scarsa sensibilità dei tasti e un layout non ottimale. Adesso lo stile dei 25 tasti della tastiera è rimasto quello ma il tocco è stato notevolmente migliorato nel nanokey2. Un grosso problema con il nanoKEY originale era che la risposta della velocità variava selvaggiamente, ma non c’è nulla di tutto questo con la nuova versione, ed è molto più giocabile per questo. Ci sono dei pulsanti retroilluminati per il passaggio dell’ottava, con il colore che indica l’ottava corrente. L’unità dispone di un pulsante “sustain” (questa è una novità), mentre la modulazione e il pitch bend hanno i pulsanti su / giù. Il tasti mod e sustain del modello originale erano a filo con la parte più bassa della tastiera, provocando un conseguente innesco accidentale se non si stava attenti, mentre adesso pochi millimetri di involucro di plastica li separarli, il che aiuta. L’intero insieme delle caratteristiche della serie nano originale potrebbe essere raggiunto solo tramite il software Kontrol Editor, e questo è ancora il caso. Ci sono alcuni cambiamenti per i nuovi dispositivi, però. L’assenza della modalità CC significa che ora c’è ora meno da configurare con la nanoKEY. Con l’editor è possibile impostare la curva della velocità e i tempi dei pulsanti per il pitch, mod, ecc. Il nuovo hardware è migliore anche se alcuni possono essere delusi dal fatto che alcune funzioni sono state lasciate rispetto al nanokey originale. Il suo prezzo si aggira sui 50€.