L’MPK MINI, una master keyboard/controller pad ultra-portatile di Akai

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

L’MPK MINI è una master keyboard/controller pad ultra-portatile di Akai. Essa combina i due modelli di AKAI, la tastiera LPK25 e il controller LPD8 in un singolo pacchetto da 13,6 “(L) x 1.2” (H) x 6 “(D) che pesa 2 chili. L’unità è alimentata tramite USB. Sulla parte superiore si trovano otto pad retroilluminati e otto manopole. I dieci pulsanti a sinistra servono per la selezione dei banchi. I tasti sono sensibili alla dinamica ed hanno una larghezza di tre quarti e la metà della profondità dei tasti di un pianoforte, quindi non sono destinati per una performance pianistica. Il loro ritorno a molla da una sensazione gonfiabile che li rende effettivamente molto più giocabili. Il fondo a sinistra del pannello superiore ci sono sei tasti dedicati alle impostazioni della tastiera. La coppia in basso sposta il campo su e giù per ottave. È possibile utilizzare il centro-destra per selezionare quattro preset della configurazione. È anche possibile effettuare la maggior parte delle impostazioni direttamente dalla tastiera. In alto a sinistra il pulsante trasforma l’arpeggiatore.

L’arpeggiatore supporta diverse risoluzioni attraverso 32 note. L’Editor dell’MPK mini permette di modificare i suoi quattro preset. È possibile configurare il controllo dei MIDI e gli intervalli delle otto manopole a 270 gradi. In un pizzico, è possibile utilizzare i quattro preset per coprire i 32 MIDI CC. Due banchi pad consentono di accedere a 16 note. È possibile impostare il pad per un diverso canale MIDI dalle manopole e dalla tastiera per controllare simultaneamente diversi strumenti con il pad e la tastiera. Una delle caratteristiche più belle dei pad è che hanno due modi alternativi: CC e Program Change. Il programma e i numeri del CC sono impostati nell’editor, e la velocità con cui si colpisce il pad determina il valore del CC. E ‘un peccato che la funzione Note Repeat presente in altri controller pad Akai non è disponibile nel mini MPK in quanto il meccanismo di sincronizzazione è già presente nell’arpeggiatore. L’MPK Mini è una scelta eccellente per ottenere un controller portatile e compatto. L’alternativa leggermente più costosa è quella di usare sia un LPK25 che un LPD8 per adattare meglio alcune situazioni. Si tratta di uno strumento compatto e robusto con dei pad eccellenti e una tastiera piccola e abbastanza giocabile.