Come creare un home studio di registrazione base senza spendere un capitale

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Avere uno studio professionale costa davvero tanto, ma non esiste una soluzione per ottenere dei risultati professionali senza spendere un capitale? Certo che si può. Voglio elencarvi gli strumenti necessari per ottenere delle produzioni professionali.

La strumentazione di base:

1. IL COMPUTER: il cuore di tutto che lavorerà insieme ai suoi programmi, tra i più conosciuti troviamo: Sonar, Cubase, Protools, Logic, Nuendo ecc.  Potete scegliere di lavorare su MAC o PC, al momento lavorare su mac offre una maggiore stabilità dei software, mentre su un normale pc succedono cose strane, si chiudono programmi improvvisamente, si bloccano, vanno in crash ecc. Mentre c’è gente che preferisce lavorare con il PC semplicemente perchè riesce a reperire più facilmente dei software craccati che costano diverse centinaia di euro e quindi in questo caso la scelta del pc e l’ideale.

2. MONITOR STUDIO: sono importanti perchè forniscono un ascolto molto neutro grazie alla loro risposta in frequenza molto lineare, è importante in fase di missaggio ho mastering avere dei monitor che trasmettono il suono reale senza essere accentuati su determinate frequenze, ad esempio non riuscirete ad ottenere degli ottimi missaggi ascoltato attraverso dei monitor pieni di bassi oppure dei monitor troppo accentuati sulle alte o medie frequenze. Quindi ricordate che la funzione di un monitor è quella di fornirvi una risposta in frequenza molto naturale.
3. SCHEDA AUDIO: Gli aspetti che si valutano di una scheda audio sono: la qualità dei convertitori, i preamplificatori (almeno chè non si usano quelli esterni), il numero dei canali (se non avete grosse esigenze può bastare anche un canale), mentre possono essere utili gli ingressi midi qualora si debba registrare una tastiera o chitarra midi.

4. SEQUENCER: il sequencer è il software principale che andrete ad utilizzare per registrare le tracce AUDIO e MIDI, all’interno di questi software avrete gli effetti professionali per elaborare la voce o gli strumenti, di solito trovare plugin di equalizzatori, compressori, reverberi, delay, flanger, chorus e tanto altro che vi permetterà di non usare dei processori esterni hardware, per chi non lo sà posso dire che gli effetti virtuali o meglio chiamiamoli plugin non sono da meno rispetto a quelli hardware anzi spesso sono migliori gli effetti plugin piuttosto che degli hardware a buon mercato. Mentre tra i sequencer potete scegliere tra quelli che vi ho elencato prima: Sonar, Cubase, Protools ecc.

7. MIXER: del mixer potete farne a meno perchè la vostra scheda audio accoppiata al sequencer è già un mixer, ovviamente se a voi interessa avere tanti canali potete orientarvi su schede audio con più ingressi preamplificati.

8. MICROFONI: In studio si usano in particolare i microfoni valvolari, condensatori o a nastro, tra questi microfoni cambiano solo le caratteristiche timbriche mentre a livello qualitativo nessuno dei 3 è meglio dell’altro indipendentemente dal fatto che i microfoni a nastro o i valvolari costano di più di quelli a condensatore, ma questo varia anche dalle caratteristiche e dalla qualità di costruzione di un microfono. Vi posso consigliare di comprare un semplice microfono a condensatore, ormai producono diversi modelli professionali al costo di poche centinaia di euro e fidatevi che qualitativamente non c’è grande differenza rispetto a microfoni che costano oltre i 3000€, l’unica differenza sta nel fatto che chi spende quelle cifre vuole ottenere un determinato sound che solo quel tipo di microfono dà, anche se ormai ci sono tanti cloni economici che suonano altrettanto bene.

9. CUFFIE: non dovete usare mai le cuffie per fare il missaggio perchè non sono tanto adatte quanto un bel sistema di monitor con una risposta in frequenza piatta. Le cuffie sono utili invece in registrazione, vi consiglio le standard usate più o meno in tutti gli studio, parlo delle akg k241, ma ci sono anche altri modelli, ad esempio io uso le audio technica atm50. Evitate invece di usare cuffie per dj anche se siete dj, perchè a causa della loro risposta in frequenza accentuata sui bassi non avrete una percezione sonora veritiera.

9 thoughts on “Come creare un home studio di registrazione base senza spendere un capitale

  1. ciao volevo un po' di aiuto sugli acquisti da fare..ho letto molte cose su come creare una " sala reg " in casa ma questa davvero è la migliore..complimenti! dunque passando a me avevo pensato di acquistare : come microfono il RODE NT-1A ( compreso di:Supporto atishock e Filtro antipop ), come scheda audio l'M-AUDIO MOBILE PRE e, se ci rientro nel badget anche lo schermo da mettere dietro il microfono, come programma per pc ora ho ADOBE AUDITION 1.5

    spero che mi consiglierai cose migliori se ce ne è bisogno ( ho 18 anni e con i soldi che ho guadagnato lavorando quest'estate devo comprarmi tutta questa roba..speriamo di rientrare !) aspetto risposta grazie mille anticipatamente! leonardo

  2. Ciao lionard, come microfono consiglio di comprare uno studio projest cs1 o un rode nt2 oppure un oktava 319, sono ottimi in rapporto qualità prezzo. Mentre come scheda audio consiglio una tc electronic konnekt 8 o konnekt 24d (che puoi trovare a pochi soldi se ti butti sull’usato), oppure una presonus studiofire, queste schede audio le puoi trovare usate a circa 150€, tra l'altro i modelli konnekt sono usciti fuori produzione ma sono ottimi, hanno dei buoni convertitori, come software va bene l'adobe audition ma è un pò limitato, è preferibile il sonar x1 anche se è più complesso, l'antishock e antipop puoi anche evitarli perchè esistono dei plugin che riescono a rimuovere le sibilanti e il deesser, inoltre se prendi un buon microfono non avrai di questi problemi, diciamo che il rode tende a raccogliere un pò questi problemi per questo consiglio gli altri 2 microfoni, una cosa importante da ricordare è che se non hai una buona acustica non otterrai mai dei risultati di alto livello, cambia il discorso se ti accontenti di ottenere delle buone demo, esistono proprio per questo gli studi professionali.

  3. grazie mille della risposta ! certo che il costo si è fatto davvero alto..opterò per il rode nt2 perchè gli altri costano davvero troppo( anche il rode nt 2 costa però meno rispetto agli altri) per le schede audio ( scusa l'ignoranza) stavo vedendo il prezzo della konnekt 24d e credo sia troppo per me cioè ha moltissime funzionalità che io non userò ti spiego: il mio scopo è avere registrazioni di qualità buona e avevo letto su qst blog che la m-audio mobile pre era consigliata; per il programma proverò ad utilizzare quello che mihai consigliato e piano piano lo scoprirò…per il reflection filter ? dici che sono soldi buttati ? grazie !

  4. certo che anche l'm-audio è una buona scheda, e sopratutto è abbastanza stabile, ovviamente a mio parere le schede che ho consigliato suonano abbastanza meglio, però questo non vuol dire che non puoi ottenere dei buoni risultati con una scheda più economica, il rode nt2 è un bel microfono frizzantino e molto brillante ma gli altri da me elencati hanno un rapporto qualità prezzo impressionante, tale da rivaleggiare con microfoni che costano molto di più, il reflexion filter può essere utile in certe situazioni per ridurre un pò le riflessioni, ma non fà miracoli, quindi a mio parere sono soldi buttati, sarebbe preferibile una stanza da 5×5 riempita completamente con i cartoni delle uova, ovvio che se poi ti rivolgi ad aziende come masacoustics possono fornirti il materiale ben preciso per correggere i difetti della tua stanza. Quando ero agli inizi (parlo di 10 anni fà circa) dopo aver comprato una catena audio che superava i 5000€ non riuscivo ad ottenere la qualità audio desiderata, dopo aver provato in tutti modi a smanettare processori hardware e software tra cui equalizzatori, compressori ecc. alla fine ho capito di aver sottovalutato l'importanza dell'acustica di una stanza, ovviamente poi con l'esperienza si cresce…

  5. ok mi iscrivo subito…comunque non sono riuscito a trovare nè schede audio nè microfoni da te consigliati usati…per quanto riguarda la sala ho una cameretta non non troppo grande e ho letto che mi devo mettere vicino ad un muro posssibilmente con uno strato di stoffa,piumino o quel che sia dietro e uno davanti..stavo pensando però e mi costruisco io una "cabina con i pannelli quelli con le piramidine che escono tipo 4 pannelli che mi stanno tutto intorno a me…dici che funziona? ( se sai siti dove posso trovare le attrezzature da te consigliate dimmeli !! 🙂 )

  6. Ciao, sono nuovo nell'ambito della registrazione! Quindi anche molto ignorante al riguardo! Mi chiedevo se potessi darmi qualche info al riguardo. Io e i miei amici stiamo mettendo su un "mini"-home studio! Non vogliamo la qualità acustica di uno studio professionale, ma vorremo comunque riuscire ad arrangiarci in qualche modo, almeno per ottenere uno qualità acustica decente! Potresti consigliarmi la strumentazione base che serve per ottenere prestazioni decenti? Possibilmente ad una modica cifra! Giusto l'indispensabile! Grazie mille in anticipo, ripeto di essere abbastanza ignorante riguardo questo argomento, quindi se potresti darmi qualche dritta ne sarei felice!

  7. Ciao ho visto che sei iscritto nel mio forum, purtroppo 6 stato bannato perchè dal nome straniero ho intuito che si trattasse di spam, intanto ho provveduto a ripristinarti come utente attivo, ti chiedo gentilmente di postare nel forum la domanda e sarò lieti di aiutarti, grazie…

Comments are closed.