Presonus StudioLive 16.4.2 un mixer digitale ad un prezzo abbordabile

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

PreSonus è riuscita a fondere 2 mondi con questo mixer, il mondo live con quello recording. Il Presonus StudioLive 16.4.2 è una console digitale con 16 preamplificatori microfonici XMAX, quattro gruppi, sei aux e un bus stereo. Ha due unità interne dotate di effetti a 32 bit con dei motori stereo DSP con riverberi, delay, e un EQ grafico a 31 bande. Ogni canale ha un alimentazione phantom a 48 V, interruttore d’inversione di polarità, e filtro passa-alto (HPF). L’ HPF è su ogni ingresso e uscita – autobus, aux, ritorni interni di effetti, e canali. Inoltre, un compressore e un limiter sono disponibili su ogni canale, e degli autobus, compresi i ritorni degli effetti interni. Ttoviamo anche un EQ a 4 bande Semi-parametrico disponibile su tutti gli ingressi e le uscite.
StudioLive Fat Channel – consente agli utenti di salvare i loro settaggi o consente di selezionare i preset di fabbrica preimpostati. Si possono collegare gli ingressi microfonici tramite XLR o TRS 1/4 di linea sui 16 canali. E’ disponibile su ogni ingresso l’insert. Le uscite sono tramite TRS 1/4- tranne le uscite Main, dove possono essere collegati i cavi XLR. Le uscite dirette di ciascun canale sono disponibili in due modi: in digitale tramite FireWire o dai pre-insert bilanciati direttamente su due standard di connettori DB-25.

Infine, il software di registrazione multitraccia Capture è incluso con il mixer StudioLive. Si tratta di un unico programma di monitoraggio per Mac o PC che consente di esportare file WAV direttamente al DAW di scelta, oppure si possono riprodurre delle tracce dopo la registrazione, tramite FireWire da CPU a StudioLive, mexando fino al Capture. Il mixer StudioLive è profondo 22,35 centimetri e largo19 pollici. Esso pesa 23 libbre.

In uso

Lo schermo LED del mixer StudioLive è semplice e offre un elevato contrasto, per una migliore visibilità durante gli spettacoli all’aperto – molto meglio di altre console digitali che ho usato. Il mixer è abbastanza intuitivo quindi senza leggere il manuale sono riuscito a capire diverse cose. I pre microfonici XMAX suonano caldi e puliti, tipici della linea PreSonus con una qualità non del tutto inaspettata. Mi piacciono. Per me, sono un pò più caldi di quelli  di una console digitale Yamaha.

Mentre il software Capture è molto facile da usare. Durante delle prove ho registrato a 24-bit/44.1k o 48 kHz a 16 tracce mono più una traccia stereo. Avevo collegato il mixer attraverso la porta FireWire situata sul retro dello StudioLive. StudioLive supporta i driver ASIO, Windows Audio e Core Audio, quindi, è possibile utilizzare la maggior parte delle DAW (ad eccezione di Pro Tools) per la registrazione tramite lo StudioLive.

Conclusione
StudioLive è perfetto per un piccolo live o un musicista che ha bisogno di registrazione e monitorare l’audio con flessibilità e capacità del mixaggio in diretta – tutto all’interno dello stesso pacchetto e ad un prezzo abbastanza accessibile. STUDIOLIVE 16.4.2