Il manico della chitarra

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Il manico determina la suonabilità nella chitarra, ma vediamo come è fatto il manico di una chitarra elettrica.

Scala

La scala è la distanza tra il capotasto è il ponte. La scala determina innanzitutto la distanza tra i tasti sulla tastiera del manico. La distanza tra i tasti incide ovviamente sulla suonabilità dello strumento. La scala incide sulla tensione delle corde, ad una scala più lunga corrispondono tensioni maggiori mentre ad una scala più corta le corde risulteranno meno tese a parità di accordatura. La tensione delle corde influisce sulla facilità nel suonare la chitarra e sopratutto nell’esecuzione di alcune tecniche. Le misure standard ormai sono quelle della scala Fender 25,5″ (647.70 mm) e la scala Gibson 24,75″ (628.65 mm).

Il radius

La tastiera della chitarra elettrica non è piatta, ma se notate ha una certa bombatura. La parte superiore della tastiera, corrisponde ad un arco di circonferenza chiamato “radius”. A radius maggiori, corrispondono archi di circonferenza maggiori e quindi una tastiera più piatta.

La bombatura della tastiera agevola la suonabilità quando si suonano accordi, specie quelli con il barrè. Con l’avvento delle tecniche solistiche più moderne la bombatura è stata diminuita negli strumenti più moderni.

Profilo del manico

Il profilo del manico si riferisce alla forma o lo spessore del manico stesso, e importante per un fattore di giocabilità ma è soggettivo in base alle mani del musicista e alla tecnica usata.

La giunzione del manico-corpo

Esistono tre tipi di giunzione tra il manico e il corpo di una chitarra:

Manico avvitato (Bolt-On)

Quando il manico è ancorato al corpo mediante delle viti, in genere sono 4, questo sistema è usato nella filosofia Fender.

Manico Incollato (set-neck)

Il manico incollato è come dice il termine “incollato” allo stesso strumento. Questa tecnica è usata dai liutai di chitarre classiche ed acustiche ma anche molto usata da gibson.

Manico attraverso il corpo (nek-thru-body)

con questo metodo il manico costituisce anche la parte centrale del corpo dove vengono aggiunte due “ali” che permettono di avere la classica forma del corpo.

I legni usati nei manici

Per i manici avvitati il legno più usato è l’Acero (Maple) mentre per quelli incollati viene utilizzato il Mogano (Mahogany) che è lo stesso legno che viene utilizzato per il corpo nelle chitarre con il manico incollato.

Il legno più impiegato per la tastiera è il Palissandro (Rosewood) mentre per i manici in acero spesso si ha anche la tastiera in acero che in genere è un pezzo unico col manico stesso. Un altro legno utilizzato in chitarre di alto livello è l’Ebano (Ebony).