Native Instruments kore una potente interfaccia audio/controller midi

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

 

Native Instruments ha deciso di non essere solo nel regno virtuale. Quindi ha creato kore un software / hardware contenente synth virtuali e plug-in di effetti. L’hardware è un incrocio tra un controller MIDI e un’interfaccia audio. Si deve notare che mentre il controller di KORE è simile a un controller MIDI, non è un controller MIDI. Ma ne riparleremo più avanti … Complessivamente KORE ha superato le nostre aspettative. Ma devo fare delle critiche al KORE dove i pulsanti hardware sono un pò goffi, e l’uscita cuffie non rispecchia l’uscita principale. Native Instruments continua a perfezionare e aggiornare il software KORE, per cui ci aspettiamo che questo prodotto continuai a migliorare in tutti i settori.
 
Da non confondere con prodotti come Muse Receptor VST (un lettore stand alone soft synth), KORE deve essere eseguito da un computer. Può funzionare come applicazione stand-alone per organizzare i vostri strumenti virtuali o può funzionare come un plug-in nella maggior parte delle applicazioni audio. Poiché il KORE plug-in è disponibile in più formati, il KORE plug-in RTAS funziona all’interno di Pro Tools LE, senza la necessità di adattatori VST-to-RTAS. Se si dispone di Native Instruments Komplete 3 già installato sul computer, trovare il suono che si desidera è un gioco da ragazzi con la funzione del Browser Kore. I suoni sono raggruppati per categoria / caratteristica, e ci sono cinque gruppi tra cui scegliere: Instrument (pianoforte, organo, synth, ecc), Fonte (come il suono viene generato – acustici, elettrici, analogici, digitali, ecc .), il timbro (colore del suono – Alta, bassa, distorta, ecc), Articolazione (Attack – sustain, decade, a percussione, pulsante, ecc), e Genere (stile di musica il suono può essere più adatto per – House, Techno, Rock, Pop, ecc.)
Native Instruments con il formato KORE diventa sempre più popolare. L’hardware di KORE offre un grande controllo su soft synth. Con otto manopole a 360 gradi, sensibili al tocco e otto pulsanti. L’hardware permette anche l’accesso al browser, quindi è possibile trovare i suoni e il loro controllo, senza toccare il computer. KORE non è un controller MIDI standard. L’hardware di KORE può controllare soltanto gli strumenti che vengono utilizzati all’interno del suo software. E ‘compatibile con plugin Audio Unit e VST e può essere eseguito all’interno dei sequencer più importanti (VST, AU, RTAS, DXi ). Il software KORE rende facile creare e combinare le patch, si divide e strati di suoni multipli. Questi suoni possono essere salvati in categorie.

L’hardware di KORE funge anche da interfaccia audio USB 2.0 con due ingressi e quattro uscite. KORE è estremamente flessibile e utilizzabile sia come un morbido synth che come un’interfaccia hardware audio. È così facile per richiamare e sperimentare nuovi suoni che fare musica con KORE è davvero divertente. Abbiamo installato KORE 1.0.2 su un sistema dual-processor Apple PowerMac G5 con OS X 10.4.5. KORE classifica i suoni dalla maggior parte della linea dei prodotti NI. L’hardware funziona molto bene. Le sue manopole sono confortevoli al tatto. Purtroppo, come abbiamo già detto, l’hardware non è un controller MIDI tradizionale, quindi non può controllare tutto … ancora! Speriamo che un aggiornamento del software introdurrà più possibilità di controllo.

L’uscita cuffie non rispecchia le uscite principali, quindi se avete un sound che attraversa il vostro monitor, non si può semplicemente abbassare la manopola di uscita e alzare le cuffie – non si sente nulla! Nell’ambito del programma stesso KORE questo può essere aggirato utilizzando i livelli del Pre Fader (PFL), pulsante, finché il PFL è assegnato alle uscite 3 / 4 in / Configurazione MIDI Audio. Ma se si sta utilizzando l’hardware di KORE con un sequencer come Logic Pro o Ableton Live, tutto deve essere gestito attraverso le uscite 3 / 4 per ascoltare attraverso le cuffie. Questo rende davvero difficile usare KORE come interfaccia audio principale in un home studio dove si ha spesso bisogno di passare tra le cuffie e i monitor. Anche se l’hardware di KORE ha due ingressi, sono entrambi 1 / 4 “, senza ingresso XLR per un microfono. Questa sarebbe una bella aggiunta per un futuro modello. Il KORE non ha avuto problemi di latenza neanche usando suoni pesanti.
L’uscita audio sull’ hardware KORE va bene sia dalle uscite principali che dalle uscite per le cuffie. E ‘molto pulito, senza ronzii o ronzii dalla connessione al computer. KORE ha un prezzo al pubblico di 499,99 dollari – un pò costoso ma in realtà non è dotato di tutti i suoni. Sarebbe una bella aggiunta includere una versione ridotta di Reaktor (come la Dynamo), così i clienti possono avere qualcosa con cui giocare direttamente fuori dalla scatola, se ancora non possiede alcun altro soft synth.  http://www.native-instruments.com/