Tl audio M1-F8 e M1-12 Tubetracker, dei piccoli mixer valvolari

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Il Tl audio M1 Tubetracker offre dei convenzionali mixer da 8 o 12 canali in 2 mixer. L’EQ offerto in questi mixer è semplice con tre bande per canale e sezione mastercon delle caratteristiche limitate, ma la circuiteria rimane la classica valvolare di  tl audio, la versione da 8 canali viene venduta ad un prezzo che ci si potrebbe aspettare di pagare per quattro canali dei preamplificatori microfonici di Tl audio. Inoltre, le opzioni di interfacciamento digitale sono disponibili come moduli nella parte posteriore. Il mixer a 12 canali ricevuto per la recensione è abbastanza pesante. Questo probabilmente è dovuto principalmente ai pannelli di quercia sui tre lati. Tutte le connessioni analogiche sono sulla parte superiore della parte posteriore dell’unità, che può portare ad un cablaggio disordinato, ma la ri-configurazione è più facile, e la connettività è buona. Tutte le connessioni jack sono equilibrate, e gli ingressi microfonici e le uscite principali sono disposte tramite dei connettori XLR. Ogni canale include anche un ingresso separato di Linea commutabile e un ingresso diretto. L’Uscita, permette di creare un mix monitor separato.

Ci sono anche degli insert separati (Send e Return). La sezione di ingresso comprende l’alimentazione phantom separata per ogni canale, e un pad 30dB. Questo sembra un pò drastico, ma certamente i preamplificatori hanno un sacco di guadagno, anche se la loro portata massima è etichettato a 60dB. Un interruttore di polarità siede accanto a un pratico pulsante passa alto che lavora sui 90Hz. L’equalizzatore a tre bande è molto semplice ed include un pulsante di accensione. HF e LF sono fissi, mentre il Mid spazia da circa 150Hz a circa 7kHz. Sembra un equalizzatore abbastanza dolce e musicale. Ci sono due Aux Send, uno è commutabile al Pre, ma l’altro è Post. Sopra i fader ci sono le manopole per il panpot, Mute, PFL con i LED associati, Peak Drive e i LED per la colorazione controllata. La sezione master è spaziosa, e comprende un utile Alt, il pulsante di selezione, un ritorno stereo, due ingressi esterni selezionabili per i monitor, la manopola PFL, il livello delle cuffie separate e una manopola del volume. Un paio di VU illuminati indicano il livello del mix.

L’M1 è una prospettiva più attraente per gli utenti DAW con le schede opzionali digitali. Il DO-8 fornisce l’accesso alle uscite dirette e gli In di Linea dei primi otto canali con delle connessioni ottiche ADAT, con Word Clock In e Out BNC. Un piccolo interruttore seleziona 48kHz o 96kHz ma sembra che le risoluzioni a 44,1 e 88,2 sono disponibili solo quando viene utilizzato un clock esterno. Ho ottenuto i risultati migliori utilizzando le uscite analogiche in un convertitore esterno di alta qualità, utilizzando l’interfaccia digitale ho notato qualche leggero ronzio dai canali, ma questo potrebbe essere stato un problema di messa a terra, in quanto diverse interfacce e Word Clock sono state coinvolte tramite i cavi.

Inoltre, la sezione master è stata dotata di un DO-2, con un semplice ingresso Word Clock e un uscita S / PDIF phono, e un simile tasso di switch del campione. La M1 è fantastico per la registrazione dei piccoli gruppi di musicisti. I preamplificatori microfonici e gli EQ offrono un calore e una profondità enorme rispetto ai rivali allo stato solido. Si potrebbe utilizzare il bus o anche il mix Aux per creare dei submix, combinando delle configurazioni multi-mic alle tracce mono o stereo sul registratore. Si possono eseguire alcuni sottogruppi attraverso l’M1 in modo da utilizzarlo come un sommatore. La M1 è costruito solidamente ed è molto professionale offrendo un suono ricco e caldo e rimane fedele alla reputazione di TL Audio per un prezzo competitivo.