Behringer BCF2000 un controller MIDI/USB dalle dimensioni compatte

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Behringer è ben noto per la sua capacità di produrre tecnologia musicale a basso costo. Behringer batte spesso i prezzi dei concorrenti di ben il 50%. Lo fanno, concentrandosi sulle caratteristiche più importanti per essere poco costosi. Fino a poco tempo, però, Behringer non aveva molta presenza nella zona MIDI e computer music. Mackie, Encore Electronics, Novation e altre società avevano introdotto dei prodotti specializzati per il controllo MIDI e computer music. E così Behringer ha pubblicato tre nuovi dispositivi B-Control. I dispositivi sono: il BCF2000, un controller MIDI con fader motorizzati, il BCR2000, un controller MIDI con decine di controlli rotativi, e il BCA2000, un multi-canale audio / interfaccia di controllo MIDI.

Ciascuna delle unità della serie B-Control ha uno scopo diverso primario. Il BCF ha le caratteristiche dei fader, il BCR è dotato di controlli rotativi, e il BCA dispone di una interfaccia audio. Più unità possono essere interconnesse e condividere una singola porta USB, che li rende dei componenti modulari per lo studio virtuale. I B-Control costano centinaia di dollari al di sotto del loro concorrenza. Questa recensione prende in esame il BCF2000, che è una superficie di controllo MIDI USB con otto fader motorizzati, otto controlli rotativi e un complemento di interruttori. E ‘un modo molto economico per il controllo di Cubase, Cakewalk Sonar, Logic Audio e altre applicazioni musicali più importanti. La caratteristica del BCF2000 sono fader in movimento. Inoltre, il BCF2000 ha otto encoder rotativi che fungono anche da interruttori a pulsante e una doppia di interruttori a pulsanti. Un display a quattro cifre a LED mostra i valori attuali dei controlli e gli altri messaggi, e vi è un insieme di opzioni configurabili lungo il lato destro.

Quando è acceso, il BCF2000 ha un display impressionante. Ciascuno degli encoder rotativi è circondato da una serie di LED che indicano la posizione attuale dei controlli, e il fader in movimento prende vita. Gli otto encoder hanno una funzione che non è immediatamente evidente – si doppiano gli interruttori a pulsante! Questa è una grande caratteristica, perché ti dà il doppio del numero dei controlli senza richiedere spazio aggiuntivo. Il display a quattro cifre indica il valore del parametro che è in fase di modifica, e viene utilizzato anche durante l’assegnazione delle funzioni al controller MIDI. Intorno alla schiena, il BCF2000 ha tre connessioni MIDI, un collegamento USB, jack per pedali e pedali. Nel complesso, la costruzione del BCF è solida. Esso resiste ad abusi senza alcun problema.

In uso

Il BCF è facile da collegare a un computer o altro hardware. Il cavo USB è fornito, e i driver aggiornati possono essere scaricati dal sito Behringer. Il controller dispone di tre connessioni MIDI, che possono essere utilizzati per collegare i dispositivi MIDI al computer o per controllare i dispositivi MIDI direttamente. I cavi MIDI non sono inclusi. Il BCF ha sette opzioni per la modalità di funzionamento. Ci sono quattro modalità USB e tre modalità di gioco standalone. Questo sembra un pò confuso all’inizio, ma il manuale ha delle ottime illustrazioni che mostrano come ogni modalità si deve utilizzare. Può essere usato come interfaccia MIDI USB, con una o due uscite MIDI.

Può anche essere utilizzato come un dispositivo autonomo, dove le connessioni MIDI vengono modificate direttamente dai controlli del BCF. Un collegamento MIDI può essere usato anche per collegare più unità di B-controllo insieme. Se configurate in questo modo, il controller invia i suoi segnali al master controller e il controller master si connette al computer via USB. Se si desidera avere 16 fader in movimento, è possibile ottenere due BCF e collegarli tra loro! Il BCF2000 si è rivelato facile da usare e potente. Le manopole sono ben distanziate, i controlli sembrano solidi. Abbiamo testato il BCF con hardware diversi e synth software, e sono rimasto impressionato dalle sue opzioni. Il B-CONTROL consente di modificare la funzione di quasi tutti gli interruttori, manopole e cursori per personalizzare il controller per le vostre esigenze.

I proprietari del B-Control possono consultare il sito Behringer, che caratterizza l’ultima versione del software B-Edit, con driver aggiornati, aggiornamenti del firmware, preset e la documentazione aggiuntiva. C’è un Behringer B-Control Programming Guide, che è molto utile per iniziare con la creazione di preset. Ci sono diverse impostazioni disponibili per il B4 di Native Instruments, Pro 53, Spektral Delay & Xpress Keyboards;  e diversi preset messi a punto per Cubase, Logic, Sonar, e per Steinberg Groove Agent e Halion. Se si dispone di un synth che non dispone di molte manopole su di esso, un B-Control potrebbe semplificare notevolmente la programmazione e le prestazioni.

Riepilogo

La famiglia B-Control mette Behringer saldamente nella / business della computer music MIDI. Il BCF2000 Behringer offre una vasta irresistibile di switch, fader e le manopole, che possono essere configurate per funzionare in quasi tutti i MIDI / setup. Al loro prezzo, il B-Controlli mette hardware di controllo MIDI alla portata della maggior parte dei musicisti. BCF2000