Telecamere 360 gradi: Le migliori videocamere 360 gradi

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Come scegliere la migliore videocamera 360°?

Questo è un dilemma per moltissimi professionisti del settore che vogliono ottenere immagini e video veramente ad hoc. Scegliere una videocamera 360 gradi tuttavia non è per niente un’impresa facile, e non perché ce ne siano molte in commercio tra cui scegliere, ma perché prima di passare all’acquisto occorre esaminare ogni singolo fattore.

Esistono videocamere da 300€ ma ce ne sono altre con un costo 10 volte maggiore. E allora prima di decidere di acquistare una videocamera 360 gradi, ecco tutto quello che occorre sapere.

I video a 360 gradi sono sicuramente i contenuti sui quali le aziende punteranno nei prossimi anni. Rispetto ai classici filmati che siamo soliti vedere su youtube o su Facebook ad esempio, questi sono più coinvolgenti, più emozionanti.

Purtroppo il problema è che se non si dispone dei giusti strumenti, realizzare un buon contenuto a 360 gradi si rivela alquanto difficile. Per poter scattare una foto a 360 gradi basta utilizzare uno smartphone, impostare la fotocamera e il gioco è fatto, ma per i video le cose cambiano leggermente.

Come abbiamo anticipato, di questi dispositivi non ce ne sono molti sul mercato, le aziende che hanno realizzato tali strumenti sono veramente poche, tuttavia abbiamo stilato una lista per confrontare al meglio i dispositivi e aiutarti ad acquistare quello che meglio rispecchia le tue esigenze.

Se si utilizza una videocamera a 360 gradi professionale, è soprattutto per girare dei cortometraggi o dei film, ma il costo è abbastanza elevato; i dispositivi low cost, invece, sono perfetti per realizzare dei video da caricare poi su Facebook o Youtube. Entrambe le piattaforme permettono di visualizzare filmati a 360 gradi senza la necessità di avere a disposizione un visore VR.

Ecco i fattori da tenere in considerazione quando si sceglie una videocamera a 360 gradi

Ecco qui di seguito tutte le caratteristiche che un buon dispositivo deve possedere al fine di ottenere video di alta qualità:

  • Lenti: le lenti sono fondamentali per questo strumento. Nella maggior parte dei casi una videocamera a 360 gradi ha due o più lenti. Ricordate: più lenti possiede e maggiore sarà la sua resa qualitativa .
  • Qualità dell’immagine: un altro aspetto importante di cui tenere conto è la qualità dell’immagine. Spesso essa è indicata dalla quantità di pixel. Più pixel si hanno a disposizione e maggiore sarà la qualità.
  • Fotogrammi al secondo: se si desiderano video fluidi senza lag occorre cercare un dispositivo che abbia la capacità di scattare un’elevata quantità di fotogrammi al secondo. Scattare più di 30 fotogrammi al secondo può rivelarsi la scelta azzeccata, mentre ci sono alcune videocamere che arrivano a scattare soltanto 15 fotogrammi al secondo. In quest’ultimo caso la resa delle immagini può essere davvero molto bassa
  • Dimensioni e peso: questi due fattori possono essere importanti o meno a seconda delle circostanze: se bisogna registrare durante un viaggio e la videocamera è pesante potrebbe essere un problema; ma se si utilizza, ad esempio, un treppiede, il problema non sussisterà. Tuttavia la maggior parte di questi strumenti sono leggeri e robusti e possono essere tenuti anche sul palmo di una mano.

Ecco le migliori videocamere a 360 gradi

360fly HD – Vedi prezzo o acquista

Una delle migliori scelte del mercato per gli appassionati di sport è la videocamera 360fly HD. E’ piccola, impermeabile e possiede tanti accessori che la rendono adatta ad ogni occasione.

E’ realizzata in un materiale resistente e robusto, ed è compatibile con la maggior parte delle periferiche VR. Per quel che concerne il design, essa si caratterizza e si contraddistingue dalle altre presenti in commercio per via delle tante piccole facce triangolari che la rendono unica. Questo particolare tipo di design permette di posizionare il dispositivo su qualunque superficie.

Possiede solamente un tasto che serve per accenderla, spegnerla e per far partire la registrazione, e questa intuitività dei comandi si rivela ottima per i principianti. D’altro canto però le funzioni sono limitate, ad esempio manca il controllo dell’esposizione e non è possibile scattare foto, se non estraendo i fotogrammi dal video. Tuttavia l’ottimo rapporto qualità-prezzo la rende ideale per chi si avvicina al mondo delle telecamere 360° senza troppe pretese. 

 

Ricoh Theta S – Vedi prezzo o acquista

Questa videocamera a 360 gradi è realizzata in metallo, mentre le parti frontali sono caratterizzate da un materiale gommato. Tuttavia è durevole, resistente e abbastanza robusta. Ma ha un solo difetto, ovvero: si sporca facilmente.

Anche in questo caso è molto facile da utilizzare. Il tasto di accensione si trova sul lato, su una delle due parti  c’è il pulsante che consente di scattare foto e registrare video, un tasto per attivare la Wi-fi e un altro per commutare da modalità foto a quella video. Sul lato c’è un foro che serve per avvitarla su di un cavalletto o qualsiasi altro supporto.

Le foto sono di notevole qualità anche se manca l’HDR. Utilizzando l’apposita app l’immagine viene trasferita immediatamente sul telefono da dove si potrà condividerla attraverso un URL personalizzata.

Per quanto riguarda i video, la qualità non è propriamente superiore. Quando non ci sono condizioni di luce particolari, il video è particolarmente piacevole e godibile.

Insomma, per essere il primo di una nuova era, questa videocamera è un ottimo esemplare considerando anche che viene realizzata da un brand minore.

Ricoh Theta V – Vedi prezzo o acquista

Pur essendo un brand minore, è stata proprio la Ricoh a far diventare di tendenza la creazione dei video a 360° qualche anno fa. Questo modello è la versione aggiornata della Theta S e anche se esteticamente sono molto simili la Theta V è in grado di effettuare riprese per ben 80 minuti con una sola carica.

Anche questa molto semplice da utilizzare: il tasto accensione/spegnimento e quello per selezionare le modalità di ripresa sono poste lateralmente. Sul davanti troviamo una serie di led che segnalano la modalità impostata. Nella parte inferiore si trova il foro filettato per avvitarla sul cavalletto o sul treppiede. 

Le immagini sono di qualità nettamente superiore rispetto alla sua versione precedente. Altri dettagli fondamentali sono l’integrazione della registrazione in 4k, la possibilità di effettuare dirette streaming in 4k e, con la nuova funzione Audio Space Recording, i suoi 4 microfoni registrano l’audio a 360°

Infine, essendo dotata di connettività Wi-Fi e Bluetooth, è possibile utilizzarla in combinazione con l’app dedicata per sfruttare tante funzioni aggiuntive, come l’elaborazione delle immagini, la condivisione sui social network e la riproduzione remota su monitor e apparecchi televisivi. 

 

 

Samsung Gear 360 – Vedi prezzo o acquista

Videocamera piccola e compatta, rispetto alla versione precedente, è più comoda da tenere in tasca, sta in piedi da sola ed è più ergonomica per scattare foto e riprendere video. Il display si presenta piccolo ma ben posizionato, in quanto riesce a dare le giuste indicazioni.

La camera non è waterproof c’è soltanto una piccola protezione IP53 che la protegge da polvere e da eventuali schizzi.

Ma Samsung, più che sulle foto, con questo nuovo ed innovativo dispositivo ha voluto puntare sui video: il video prodotto è un 4k da 4,096×2,048 a 24 frame al secondo che viene compresso in HEVC con audio AAC.

Samsung Gear 360 versione 2017 – Vedi prezzo o acquista

Come per il Ricoh di cui abbiamo parlato nel paragrafo precedente, anche questo modello Samsung è l’evoluzione del Gear 360 uscito nel 2016.  Come la sua versione precedente questa nuova Gear 360 è resistente agli schizzi d’acqua e registra video in 4k con risoluzione da 4096 x 2048 pixel a 24 frame al secondo. La novità risiede nella possibilità di effettuare dirette in streaming e di poterla associare a un maggior numero di apparecchi, tra cui smartphone Android e iOS, Gear VR e PC.

La memoria interna è espandibile fino a 256 GB tramite microSD venduta separatamente e, nonostante la batteria sia più piccola, ha un’autonomia impressionante di 130 minuti. Usandola in combinazione con l’app dedicata è possibile sfruttare diversi interessanti software di editing. 

Realizzata con materiali solidi e durevoli, maneggevole e con un design molto accattivante, è decisamente una videocamera 360° che vale la pena di prendere in considerazione.

 

Kodak SP360 – Vedi prezzo o acquista

Si tratta di una piccola videocamera che può stare anche sul palmo della mano. E’ resistente, leggera e compatta. Montando la fotocamera con l’obiettivo finale verso l’alto o verso il basso si ottengono foto e video a 360 gradi.

Orientando invece l’obiettivo verso il soggetto si registrano filmati sfruttando l’angolo ultra grandangolare. Kodak dichiara un’autonomia di 160 minuti di ripresa video a 1080 p. Niente male! La durata oltretutto potrebbe aumentare disabilitando il Wi-Fi.

Utilizzare questo dispositivo non è propriamente facile, ma ci si può abituare velocemente. In dotazione è presente il libretto delle istruzioni, per cui con un minimo di pazienza e di buona volontà non sarà difficile imparare a usarla.

GoPro Max – Vedi prezzo o acquista

In assoluto la miglior videocamera 360° per chi ama l’avventura e gli sport outdoor, la GoPro Max è facile da usare e ricca di funzionalità. E’ completamente impermeabile fino a 5 metri di profondità, oltre i quali necessita di un apposito case di protezione. La qualità delle immagini e dei suoni è impareggiabile, la si può utilizzare sia come action cam che come videocamera da vlogging grazie ai 6 microfoni direzionali integrati.

Con la bellezza di 4 obiettivi e la funzione PowerPano per i selfie in azione c’è una possibilità infinita di personalizzazioni. Altre funzioni interessanti sono la stabilizzazione HyperSmooth e la possibilità di registrare video temporizzati con funzione TimeWarp.

Il software di editing OverCapture dell’app GoPro è molto intuitivo e consente di trasformare le proprie riprese in veri e propri film in 2D, anche in formato FullHD. Inoltre la videocamera risponde anche ai comandi vocali per far partire la ripresa quando si hanno le mani impegnate. Insomma, cosa si può volere di più da una videocamera 360°?

Insta360 One X – Vedi prezzo o acquista

Una buona produzione video si basa principalmente su due fattori fondamentali: qualità delle foto e funzionalità dell’editing. Per questo motivo la videocamera 360° Insta360 One X è una delle migliori in circolazione per chi vuole ottenere una qualità impeccabile. Talmente piccola da stare comodamente nel taschino della camicia, eppure piena di potenzialità, con un’ottima stabilizzazione delle immagini e un’app che offre un avanzato software di editing.

Con le due lenti fisheye e speciali effetti di manipolazione della prospettiva in tempo reale, è in grado di produrre video in formato panoramico con una fluidità impressionante grazie alla stabilizzazione FlowState, che faranno contenti anche i videomaker professionali. 

Può diventare ancora più versatile acquistando separatamente alcuni accessori, come il Drifter, per far volare la fotocamera e riprendere in slow motion, o il Selfie Stick Invisibile, che sparisce dalla visuale della fotocamera per catturare selfie sensazionali.

Semplice da usare ma in grado di produrre video di altissima qualità, con un’autonomia di 60 minuti e un prezzo non troppo pretenzioso, questa videocamera 360° è davvero superba.