Recensioni equalizzatori plugin vst

Vuoi acquistare i prodotti recensiti su strumenti musicali info?


Entra nel negozio

Softube Tube-Tech PE 1C

Softube Pultec-EQ per essere più precisi è l’emulazione di un Pultec EQP-1A. L’ EQP-1A è stato emulato da molti software nel corso degli anni – Softube con l’aiuto di Tube-Tech ha creato il Tube-Tech PE 1C EQ plug-in. Chiunque abbia familiarità con un EQUALIZZATORE Pultec si troverà subito bene. Il design del PE 1C rappresenta un equalizzatore software valvolare passivo. Funziona in tre sezioni distinte. La sezione a bassa frequenza per controllare frequenze regolabili tra i 20, 30, 60 e 100Hz, mentre le altre due parti riguardano le frequenze superiori. Come prevedibile troviamo la manopola per la larghezza di banda, Boost e frequenza, quest’ultima regolabile in passi fissi tra 1 e 16 kHz.

Infine c’è il ripiano degli alti con i controlli per l’attenuazione e delle frequenze (5, 10 o 20kHz). C’è anche un controllo del guadagno in uscita. Questo non esiste nel disegno originale, ma è comodo. Il PE 1C è ottimo su basso, voce, grancassa e anche su un mix buss. Confrontandolo con altre emulazioni l’ EQP-1A è un pò confuso, sembra un pò diverso dal modello originale. La differenza è sottile però, ed è ancora possibile usare l’input per un suono più caldo. Dal Punto di vista sonoro, produce degli alti lisci come la seta e dei bassi caldi e spessi. Questo equalizzatore software non è uno strumento adatto per lavorare con precisione ma è intuitivo. Se cercate un EQ in stile pultec questo plugin è altamente raccomandato.

Universal Audio API 500 Series EQ Collection

Introdotto alla fine degli anni ’60, API EQ è diventato rapidamente uno standard di settore a livello mondiale. Universal Audio API 500 Series EQ Collection (VST / AU / RTAS) per il suo sistema UAD-2 DSP copre i due più ambita modelli API: l’API 550A (eq parametrico) e l’API 560 (eq grafico). Il 550B parametrico a 4 bande, però, è assente. Questo plugin riesce ad emulare bene il carattere di API fornendo dei suoni duri, incisivi, stretti e aperti. Proprio come con i modelli hardware con un eq grafico a 10 bande o un paramentrico a 3 bande non si può lavorare molto in modo chirurgico.

Le caratteristiche del 550A comprendono le manopole degli alti, medi e bassi con + /-12dB di taglio / boost e solo cinque scelte di frequenza centrali. Per impostazione predefinita, le bande superiori e inferiori hanno una campana curva. C’è anche un interruttore FLTR a bordo, che impegna un filtro passa-banda complessivo per solo le frequenze tra 50Hz e 15kHz. Il suono è notevolmente vicino a quello originale, in particolare i medi. E’ sempre ben a fuoco e pulito, indipendentemente da quanto boost si applica, a differenza di molti EQ che possono diventare sfocati e abrasivi con l’aumentare del boost.

L’EQ grafico API 560 è più semplice del 550A, ha 10 bande a partire da 31Hz. Diversamente dalla maggior parte degli EQ grafici, però, questo sembra davvero stretto e incisivo, ed è ottimo sui grancasse e bassi. Il famoso potere API e immediatamente evidente in entrambi i plugin – dobbiamo dire le emulazioni di waves sono insignificanti all’ombra di queste emulazioni di gran lunga superiori. La messa a fuoco è impressionante e il suono salta positivamente fuori.

Yamaha Vintage Channel Strip

Steinberg e Yamaha presentano il Vintage Channel Strip che offre diverse funzioni per elaborare l’audio, il tutto basato sulla tecnologia Virtual Circuitry Modeling (VCM) di Yamaha. Questo plugin è compatibile con Mac e PC e può essere utilizzato nei seguenti formati: AU, VST 3 e VST 2.4. Il Vintage Channel Strip offre il Compressor 260, Compressor 276 e l’EQ 601, basandosi su dei compressori e equalizzatori hardware Yamaha dal 1970. Potete provare questo plugin scaricando la versione demo dal sito di steinberg. Intanto c’è da dire che questo plugin costa circa 350 €. Non sono un pò tantini? Io andrei su altri plugin alternativi.

Algorithmix Peq Red e Blue

 

Ci sono molti ingegnieri del suono famosi a livello mondiale che affermano che i plugin algorithmix addirittura superano i migliori hardware per mastering sia come suono che come versatilità, uno di questi e Bob Katz. Gli sviluppatori di Algorithmix hanno prodotto degli straordinari plugin Linear Phase per PC DirectX e VST. I Tradizionale equalizzatori analogici sono denominati “fase minima”, nel senso che introducono un piccolo cambio di tempo che varia con la frequenza del segnale, in sostanza, spinge via il preciso allineamento dei toni che definiscono il carattere di uno strumento musicale.

Se l’EQ è spinto troppo lontano, può danneggiare la struttura delle onde causate da uno sfasamento con il tipico effetto di un suono innaturale. Tra l’altro come sicuramente saprete esistono gli eq da mastering che sono diversi da quelli tradizionali proprio perchè sono più lineari e quindi permettono di lavorare in modo ottimale evitando di snaturare le frequenze. Algorithmix come plugin di eq lineari ha creato il modello “orange” e “red”. Linear Phase EQ è un processo di filtraggio digitale dove non vi è uno spostamento di fase, o meglio, la latenza, ma è la stesso per tutte le frequenze d’onda in modo da rimanere intatta. Gli equalizzatori plugin di algorithmix sono assolutamente incontaminati e trasparenti con dei calcoli interni a 64-bit. Entrambi gli equalizzatori red ed orange operano a frequenze di campionamento fino a 384 kHz. Orange ha un notevole spec THD + N di -140 dB per una piena trasparenza a 24 bit.

Questi equalizzatori vi offrono dieci bande parametriche dove potete regolare la campana e i vari tipi di taglio o incremento delle frequenze. Vorrei descrivere Orange più puro e proprio per questo è perfetto per il mastering, il red ha più margine ma è il mio preferito, io lo uso sia in fase mi missaggio ed anche sul mastering. Dagli eq è possibile aumentare la loro precisione tramire una risoluzione interna, ma dalle impostazioni più alte influiscono sulla CPU, si tratta di plugin molto pesanti e mangiano abbastanza potenza del processore del vostro computer, affaticandolo.

I benefici degli EQ linear phase sono: dettaglio maggiore, una migliore precisione dei transienti, la conservazione della flessibilità e maggiore impatto nel correggere gravi problemi spettrali. I risultati possono essere così lisci e musicali molto simili all’analogico. Gli eq LP rendono delle migliorie alle sorgenti. In un mix costituito da una sezione ritmica ed orchestrazioni con uno spettro enorme di voce sono riuscito ad ottenere un tipico sound di un eq analogico, ma l’impatto e la separazione dei suoni all’interno del mix sono troppo ridotti rispetto al Algorithmix.

Ho usato sia il red che l’orange, l’orange l’ho usato per il suo suono naturale mentre il red per gli alti ottenendo una lucentezza notevole mentre sui bassi era profondo e pulito. Il plug-in Orange eccelle in purezza e in trasparenza assoluta. Tanto che mi ha permesso di intervenire su materiali già masterizzati. Non conosco nessun altro EQ che permette questo senza un aumento udibile di distorsioni e una perdita di chiarezza.

PSP Audioware NobleQ

Questo plugin prende spunto dai classici equalizzatori Pultec EQP-1A, inoltre ci sono due plug-in di effetti: il NobleQ e NobleQex. Entrambi sono in formato VST, AU e RTAS. Possiamo dire con certezza che il NobleQ offre una delle migliori emulazioni del Pultec. In primo luogo c’è un filtro passa-alto (fino a 300Hz) che non troverete su un Pultec reale, anche se ha l’atmosfera giusta con la sua pendenza dolce. Considerando l’importanza di un filtro passa-alto questa è una saggia inclusione. Gli altri controlli dell’EQ fanno tutto ciò che fàun Pultec. Ci sono due ripiani bassi, uno per incrementare le frequenze e uno per il taglio. I selettori delle frequenze hanno una maggiore gamma. C’è un’opzione che aggiunge un tocco valvolare in uscita, con una piccola manopola per la regolazione della saturazione valvolare. La saturazione è dolce e può essere più utile per domare i transienti aggressivi.

Oltre ad impartire un calore analogico, la modalità Valve smorza leggermente gli acuti. La modalità Clean disattiva la simulazione della valvola. NobleQex ha un ulteriore aggiunto una campana per le medie frequenze concentrata sui 150-5000Hz. Per quanto si possa amare l’EQ Pultec la sua natura limitata significa che spesso può essere usato come un ‘potenziatore’ in congiunzione con un EQ più convenzionale. PSP ha pensato anche a questo, con un complemento per rendere praticabile l’EQ per i segnali shaping, come una console in stile EQ. Eppure i filtri sono larghi, musicali e decisamente non chirurgici e le basse possono essere trattate fino a 1kHz. La sezione di fascia bassa può aggiungere un tonfo grave alle segnale – ottima per basso e batteria. Le sezioni medie e alte danno dei risultati molto lisci, abbiamo trovato questi filtri utili per evidenziare gli elementi in segnali contrastanti, sopratutto nel mastering.

Waves SSL 4000

 

Il plugin di waves SSL 4000 emula il canale della famosa console ssl che comprende gli equalizzatori della serie E o G – e il compressore bus stereo. L’E-Channel è il più potente e ricco di funzioni del pacchetto, i cui componenti includono HP + LPF, EQ, comp, e gate. Il compressore è ottimo per l’aggiunta di punch al suono. L’expander / gate è di gran lunga il più musicale plugin digitale che io abbia mai usato. Secondo Waves, la sezione EQ dell’SSL E-Channel è basata sul ” famoso equalizzatore Black Knob, sviluppato nel 1983 da George Martin.” Il famoso EQ della serie G è più aggressivo rispetto alla serie E. Sviluppato sotto licenza di Solid State Logic, lavora a 24-bit, 96 in mono e stereo e supporta i formati TDM, RTAS, Audio Suite, VST, AU su PC e Mac. Questo pacchetto ha un Prezzo di 1.000 dollari come listino.

Il Waves SSL E Channel ha un suono dolce e più emozionante. Nessuna differenza percepibile è stata riportata quando alcuni utenti hanno confrontato il plug-in con la versione hardware. Questo significa che utilizzando il Waves SSL i mix suoneranno ugualmente ad una console SSL reale? No no!. Per i motivi di flusso di lavoro, sommatore analogico, risonanze e riflessioni, VCA, P + fader G, un mix fatto con dei plugin non può replicare il suono e l’esperienza di un vero banco di missaggio. Sembra che quando si equalizza con dei plug-in le tracce perdono la loro individualità in un mix denso.

Refined Audiometrics PLParEQ

 

Il Refined Audiometrics PLParEQ è un equalizzatore lineare a 10 bande parametriche. Ha un altissima qualità, siccome sapete che a noi di strumenti-musicali.info piace molto l’eq di algorithmix red che reputiamo il migliore in assoluto, ma questo plugin secondo noi è l’unico al suo livello. Ogni filtro del Plpar può assumere qualsiasi svariate caratteristiche del filtro, e opera sia in modalità tradizionale phase-warping (deformazione tipica degli eq usati nei missaggi) oppure funziona come linear phase che vengono impiegati negli equalizzatori da mastering. I flussi audio si possono trattare sia in stereo che in mono. I singoli filtri possono essere applicati a uno o entrambi i canali stereo. Questo plugin VST per PC può funzionare in modalità tradizionale a 32-bit (24-bit audio) o a 64-bit. Tutte le lavorazioni interne hanno doppia precisione a 64 bit.

Io utilizzo molto questo plugin, anche se voi mi chiederete allora perchè dici che il tuo plugin preferito è algorithmix red? Vi spiego, l’equalizzatore plugin di algorithmix è principalmente indicato per il mastering proprio perche è un linear phase, anche se nessuno vi priva di utilizzarlo anche in fase di mastering, mentre il Plpar che oltre ad essere un linear phase è anche un classico phase-warping, cioè il classico equalizzatore plugin adatto per essere impiegato nei missaggi. Devo dire che il Plpar è abbastanza preciso e molto pulito, si comporta molto bene sui tagli ed aggiunge un bel suono cremoso sugli alti, ma attenzione che è un plugin molto pesante proprio come algorithmix e si mangia facilmente la cpu. Esiste già da un pò di anni, ma non dovete pensare che i nuovi plugin sono migliori di questo che tra l’altro costa 1000$. Devo dire che è poco conosciuto nel mondo, credo proprio perche è stato poco pubblicizzato, ma anche algorithmix non è che sia tanto pubblicizzato come quelle cagate di plugin di waves. Ma vale veramente la pena di provare.

Acustica Audio Trinity eQ

I comunicati stampa sono cauti. “Un equalizzatore britannico ambito e molto ricercato” è tutto quello che dicono. Si tratta di un emulazione plugin di una console Trident forse? I controlli non corrispondono pienamente al trident, e se fosse un Neve? nemmeno. Una serie di console leggendarie sono stati progettate nel Regno Unito nel corso degli anni, e questo ha il sapore di una unità allo stato solido. “E’ una faccenda abbastanza semplice – una combinazione di frequenze fisse e parametriche dell’equalizzazione con un’atmosfera retrò”. Non che niente di tutto questo davvero conta – ciò che conta è come suona e cosa si può fare con esso. L’Acustica Audio trinity si basa sulla tecnologia VVKT, una sorta di sistema di multicampionamento. Al momento l’eq trinity è solo per Windows, anche se una versione per Mac sarà disponibile a breve.

Come tutti i modelli di Acustica questo plugin conferisce il suo carattere particolare sul segnale, anche se tutti gli EQ vengono bypassati, proprio come un vero EQ analogico. L’eq dispone di un filtro fisso passa-alto a 70Hz, senza alcun controllo al di là di un interruttore on / off – ottimo per eliminare il rombo nella fascia bassa. Leggermente meno limitate sono i selettori sui 80Hz e 12kHz, ognuno dei quali dotati di interuttori di potenza che permettono di variare il guadagno da + /-15dB. Questa limitazione non è rara in molti Eq analogici di fascia alta, e queste due frequenze sono ben scelti e musicalmente utili per modellare le grancasse o aggiungere un pò d’aria, rispettivamente. Le cose diventano un po’ più flessibili con le due bande completamente parametriche. Low Mid varia da 100Hz a 2kHz, mentre High Mid va da 2-8 kHz, e di nuovo, ognuno offre una manopola di guadagno da -15dB a +15 dB. Queste bande di fascia media rendono Trinity un EQ utile anche se con un Q fisso a tutto tondo.

Gli utenti Nebula sanno già quanto sia efficace l’approccio di Acustica anche se i suoi plugin solitamente sono affamati di cpu, ma questa volta siamo rimasti dal trinity che senza sacrificare la qualità è meno affamato di cpu. E su quest’ultimo tema, la notizia è buono: Trinity è pura classe. I bassi sono pieni e gradevoli, e gli alti offrono la giusta quantità di enfasi. Non è perfetto – come altri plugin a convoluzione, la latenza può essere un problema – ma il suono compensa eventuali inconvenienti. Questo è un’autentica emulazione di un EQ vintage.

Universal Audio Sonnox Oxford EQ per UAD-2 Powered

Universal Audio ha rilasciato il plug-in Sonnox Oxford EQ per la piattaforma UAD-2 Powered . Questo plugin è stato ottimizzato per UAD-2, per gli acceleratori DSP e per l’interfaccia audio Apollo, grazie al Sonnox Oxford EQ potete utilizzare gli algoritmi degli equalizzazione della leggendaria console di missaggio Sony OXF-R3 che secondo molti tecnici del suono è una delle migliori console di tutti i tempi. Con quattro curve di equalizzazione selezionabili è possibile coprire una vasta gamma di stili. Tra le caratteristiche troviamo: Eq parametrico a 5 bande, filtro variabile HF e LF fino a 36 dB / Ottava, quattro diversi tipi di equalizzazione, confronto A / B (automatizzabile), intuitiva visualizzazione grafica, bassa rumorosità e distorsione. Il plug-in di EQ è un equalizzatore a cinque bande con le impostazioni selettive sulle sezioni LF e HF.

Ci sono anche delle inclinazioni variabili (fino a 36 dB / ottava) passa-basso e passa-alto. Questo plugin richiede un buon processore ma non è così affamato come i plugin algorithmix o Plpar. Sul plugin trovate vari stili di EQ con guadagno, Q e gli intervalli del controllo globale. L’Oxford Sony / GML 8200 è un opzione che aggiunge l’emulazione del famoso equalizzatore GML 8200. Ci sono diversi EQ plug-in che suonano abbastanza bene, il problema è che quando si usa un plugin in modo drastico il suono perde definizione mentre questo plugin suona incredibilmente liscio e naturale. L’opzione dei vari eq selezionabili è utile per diverse situazioni, un eq ha un suono che ricorda un classico eq neve, un altro si avvicina ad un ssl 4000 e l’altro ancora è un emulazione del gml 8200. Confrontato con l’EQ hardware del gml 8200 la differenza è stata incredibilmente sottile.

Waves Api collection

La collezione di waves api comprende tre canali di EQ vintage. Il plugin è compatibile nei formati TDM, RTAS, AudioSuite, MAS, VST, AU e DirectX, e in Pro Tools. Il plugin si presentano con una bella ricreazione grafica con un bel meter vintage con una gamma da 30 dB fino a 0dBFS progettato per assomigliare ad un VU con un clip ‘LED’, vi è un pannello con una manopola del guadagno da + /-18dB, lettura del livello di picco, inversione della polarità e un analogo interruttore On / Off. Con l’EQ applicato si può aggiungere una certa intensità sulle medio-basse frequenze, ma tutto questo è piuttosto sottile.

L’equalizzatore 550A a tre bande è basato su un design del 1960. Il carattere di questo plugin è liscio, semplice e musicale – è il tipo di equalizzazione con dei picchi dolci e una campana proporzionale utile sulle frequenze fisse. Il 550B è un apparecchio simile che dispone di una banda extra e delle impostazioni di frequenze in più che si sovrappongono tra le bande anche se manca la banda A del Filtro passa banda. Entrambi i plugin 550 hanno un suono fresco e arioso senza essere mai sgradevoli. Il 560 è un EQ grafico con un design vintage con una campana proporzionale rendendosi il più armonioso e clemente EQ grafico.

Il 2500 è modellato sull’hardware montato in rack con un compressore che è stato lanciato nel 2000. Questa unità eccellente vanta di alcune caratteristiche uniche. Il circuito funziona a meraviglia, filtrando il sidechain e comprimendo le traccie non vengono rovinate. C’è una manopola per selezionare le percentuali variabili del collegamento stereo, più tre diverse opzioni di filtraggio. La Collezione API ovviamente non è come avere l’hardware api sopratutto perche lo strumento migliore dell’hardware API è sicuramente il preamplificatore microfonico.

Waves H-EQ Hybrid

L’equalizzatore plugin Waves H-EQ Hybrid offre una serie di curve di equalizzazione da scegliere all’interno di ogni banda includendo i modelli delle console classiche americane e britanniche. Ognuna di queste caratteristiche offre una propria impronta timbrica unica. In secondo luogo, il solito EQ grafico è migliorato con l’aggiunta di una tastiera musicale grafica che consente di correlare direttamente le bande utilizzate nei pitch equivalenti. Questa è una caratteristica estremamente importante, tante persone dimenticano che il pitch e la frequenza sono la stessa cosa. Adesso è possibile vedere esattamente quali frequenze vengono potenziate o tagliare permettendovi di ottenere un processo di elaborazione del tono più musicale.

Oltre a lavorare sul materiale in mono o regolare in modalità stereo, il canale stereo può essere disaccoppiato, c’è anche una funzione M / S Matrix che consente di lavorare nelle modalità mid / side. Un menu a tendina permette di seleziona il tipo di filtro per banda con dei suoni britannici o degli stati uniti. Questa ricchezza di opzioni si traduce in un EQ vario e ricco. Questo equalizzatore funziona bene in fase di mastering ed anche sui singoli strumenti. La larghezza di banda è sufficientemente stretta mentre la gamma dei tipi di EQ consente di costruire una console ibrida con un classico fondo americano e un sapore britannico.

Steinberg RND Portico

Steinberg RND Portico come dice il nome emula il suono dei processori Neve portico. La tecnologia VCM di Steinberg è impiegata nei plugin Yamaha per il modello 5033 EQ e nel Compressore 5043 in VST3/VST2.4 (PC) e VST3/AU (Mac). Entrambi i plug-in sono mono e stereo. Tra i parametri troviamo il circuito di controllo del compressore, il feedback e le modalità commutabili (pre-o post-source-VCA). Questo stile vintage offre una compressione stretta e un contenimento moderno. Il 5033 EQ offre tre bande parametriche che possono essere bypassate individualmente. Le bande di frequenza coprono una notevole gamma dai 50Hz ai 16kHz. Ci sono anche dei selettori di frequenza che vanno da 2,5 kHz a 25kHz rendendo più flessibile questo equalizzatore.

Il guadagno è + /-12dB per tutte le bande, con un ingresso + /-12dB trim. Quando si lavora sulle alte frequenze si ottiene una bella brillantezza mentre a bassa frequenza si ha una precisione impressionante che smentisce il guadagno limitato a 12dB. Il 5043 produce due effetti molto diversi, ma con un bel carattere per entrambe le modalità dove è possibile rendere i rullanti scattanti e i bassi incisivi. Con l’impostazione feedforward si ottiene un suono più moderno con un rilascio rapido VCA. Si tratta di un bundle che non mette sotto stress la CPU, questo è un gran sollievo. Questo eq lo consiglio particolarmente per le situazioni non lineariti come ad esempio la saturazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *